Interview with Boris Castro, Global Technology Transfer Leader at Dow AgroSciences
aprile 11, 2017

Isoclast™ active – L’applicazione della scienza

Boris Castro, a capo della funzione Global Technology Transfer, ci illustra come Isoclast™ active sia un esempio di applicazione pratica dell’attività di ricerca e sviluppo di Dow AgroSciences.

boris castro cotton crops in australiaQuale responsabile del trasferimento della tecnologia per lo sviluppo di insetticidi, il compito principale di Boris Castro è contribuire ad accrescere la base di conoscenze dell’equipe commerciale globale di Dow AgroSciences (DAS). Con un MBA e un PhD in Entomologia ed Economia agraria, Boris è nella posizione ideale per tradurre in pratica e comunicare i principi scientifici alla base di innovazioni rivoluzionarie come Isoclast™ active. “Assicurarci che il nostro personale comprenda realmente le proprietà dei nuovi principi attivi come Isoclast è cruciale per realizzare le nostre ambizioni globali. Aspiriamo a sviluppare pesticidi sostenibili che proteggano i raccolti quantitativamente e qualitativamente, a beneficio degli agricoltori e dei consumatori.”

La chiave del successo di DAS sta nel processo interfunzionale di scoperta e sviluppo, guidato dalla ricerca, portato avanti in tutta l’azienda. “Ci consultiamo continuamente con agronomi e agricoltori per capire le sfide, sempre diverse, che questi ultimi devono affrontare. Per noi è quindi agevole applicare le competenze scientifiche a livello pratico per rimediare alla carenza di mezzi di difesa a disposizione degli agricoltori.”

I cambiamenti rapidi sono un problema serio nel settore fitosanitario. “I problemi legati alle infestazioni si sviluppano molto velocemente, costringendoci a rivalutare e perfezionare costantemente i principi scientifici dietro i nostri principi attivi, al fine di assicurarne l’efficacia. Penso che Isoclast sia un grande esempio di questo continuo processo di sperimentazione e perfezionamento. La storia del suo sviluppo risale a oltre 15 anni fa, con la sintesi della molecola di Isoclast intorno al 2003. Abbiamo passato i successivi 8 anni, o giù di lì, a valutare Isoclast per assicurarci che, grazie alla sua originale modalità di azione, fosse realmente efficace contro gli insetti fitomizi.”

Registrato per la prima volta nella Corea del Sud nel 2011, attualmente Isoclast è disponibile in più di 40 paesi in tutto il mondo, e nuove richieste di registrazione vengono presentate in Europa e Sud America. “Siamo davvero lieti di constatare che questa modalità di applicazione eminentemente pratica della scienza sta già portando a reali cambiamenti. Sta dimostrando una concreta efficacia su specie resistenti, aiutando a proteggere le rese di diverse colture tra cui quelle orto-frutticole, oleaginose, cerealicole ecc.”

Boris sintetizza i principali benefici di Isoclast per gli agricoltori e i consumatori. “Isoclast ha un effetto rapido e a lunga durata. Ciò riduce sostanzialmente il numero e la frequenza delle applicazioni necessarie. Oltre a consentire un controllo immediato e duraturo delle infestazioni, Isoclast fa risparmiare all’agricoltore le risorse più preziose: tempo e denaro. Dal punto di vista dei consumatori, uno dei principali vantaggi di Isoclast è il suo profilo ecologico. Si degrada rapidamente, mostra una bassa tossicità e finora è stato usato su milioni di ettari senza che siano stati riportati danni per le colonie di api.

Chiaramente soddisfatto del suo ruolo, Boris conclude: “Oltre a costituire un progresso fondamentale nel mercato globale dei pesticidi, Isoclast offre un’arma pratica nella continua battaglia che gli agricoltori combattono contro pericolosi insetti infestanti. In definitiva li aiuta a proteggere le proprie colture e la propria sussistenza, consentendogli di produrre in modo sano ed efficiente.”

CATEGORIE

BOLLETTINO

Iscriviti qui per ricevere le ultime notizie e opinioni direttamente nella tua posta